Panna cotta vegan ai frutti di bosco

DSC_0850[1]

I mesi scorrono, le stagioni cambiano, gli anni si susseguono e anche questa primavera è alle porte.
Come ogni anno l`arrivo della bella stagione mi riempie di energia, di voglia di uscire, passeggiare nel verde, qualche gita fuori porta. Il sole che splende mi riscalda dentro e fuori.

La mancanza di tempo si fa sentire, vorrei avere giorni di 72 ore per poter fare quello che amo, per cucinare, fotografare, leggere, dipingere e invece mi scontro con la realtà della mia pigrizia. Lavoro, casa, cane ed è già sera. Ma non ora, non in primavera. L`ora si sposta, le giornate di allungano, il sole stenta a calare e sembra quasi tutto possibile.

DSC_0852[1]

Era il caso di mettere una nuova ricetta su questo mio blog ed eccola qui.

Ingredienti:

250 g di panna vegan (la mia è già zuccherata)
1,5 g di agar agar in polvere
2 cucchiai di latte vegetale
200 g di frutti di bosco
2 cucchiai di zucchero di canna

Procedimento:

Sciogliere l`agar in due cucchiai di latte vegetale freddo. Aggiungere il tutto alla panna liquida vegan e mettere a cuocere a fuoco dolce. Attendere il bollore e far cuocere per circa 2/3 minuti. Spegnare e mettere negli stampi. Appena raffreddata mettere in frigo per far compattare.
A parte preparare la salsa ai frutti di bosco. In un pentolino aggiungere lo zucchero ai frutti di bosco e mettere a cuocere a fuoco dolce. Quando il tutto sarà diventata una salsa passare con un setaccio e separare la salsa dai semi e le bucce. Rimettere sul fuoco e far ridurre la salsa. Lasciare raffreddare.
Dopo un paio di ore la panna cotta è pronta. Togliere dagli stampi e servire con la salsa ai frutti di bosco.

La salsa può essere fatta con vari tipi frutta come lamponi, fragole, more, mango. Provate e sperimentate!

DSC_0860[1]

Annunci

Torta al cacao vegan

dsc_0804

Nella mia vita ci sono stati momenti in cui credevo che l’apparenza, l’estetica fossero la chiave di tutto. L’eccesso, la grande cittá, la vita vissuta tutta d’un fiato.

Poi un giorno mi sono come svegliata da un torpore e all’improvviso i ricordi mi hanno riportato alle radici, al mio vero essere, al mio paese, alle persone, ai gesti che vedevo nelle botteghe da piccola, a mia nonna che faceva i dolci e a tutti quei sapori che costellavano il mio cuore.

“La semplicitá é la chiave”, mi sono detta.

E cosí ho ripreso questo cammino fatto di cose semplici, sentimenti semplici, persone semplici, occhi limpidi e sorrisi sinceri. Gesti lenti, pazienti che all’indomani si trasformano in qualcosa di meraviglioso come per magia.
Non c’é bisogno di correre, neppure di abbellire ció che giá é bello. L’importante é saperlo scorgere e prendersi il tempo di ammirarlo.

dsc_0802

Questa ricetta credo sia la cosa piú semplice in assoluto, chiunque puó farla. Non servono grandi doti, non serve una grande cucina, non servono neppure grandi macchinari.

Bastano pochi ingredienti, buona compagnia, una casa accogliente, due chiacchere, un forno caldo e un pó del tempo che vi rimane della giornata.
Il profumo vi ripagherá dei dieci minuti che avrete speso per prepararla.

dsc_0803

Ingredienti:

400 g di farina semintegrale
250 g di zucchero di canna
50 g di cacao amaro
100 g di olio vegetale (io ho usato il girasole bio)
480ml di latte vegetale
un pizzico di sale
un pizzico di cannella
1 bustina di lievito vegan per dolci

dsc_0787

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti secchi: la farina, lo zucchero, il cacao, il lievito, il sale, la cannella.
Unite l’olio al latte e versateli nella ciotola con gli altri ingredienti. Mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Versate il composto ottenuto in una tortiera da 20 cm di diametro foderata di carta forno o oliata ed infarinata. Infornate a 180C per circa 40 minuti a forno statico.
Fate raffreddare e se vi piace, cospargete di zucchero a velo.dsc_0796

 

dsc_0806

Io ve la consiglio a merenda con un buon té ma anche a colazione é deliziosa.

dsc_0809

Crostata vegan di pesche e crema allo zenzero

DSC_0731

Era da tanto tempo che non pasticciavo in cucina. Mentre anche questa estate scorre via e rimangono solo poche manciate di giorni all’arrivo dell’autunno, io sfrutto fino alla fine la splendida frutta che la bella stagione ci dona. La frutta estiva è la mia preferita, la amo tutta, me ne nutrirei ogni giorno dell’anno ma ahimè dura poco e quella buona si trova solo in stagione. Prima che finiscano ho deciso di usare le pesche per fare un crostata dal sapore fresco ed estivo.

Una base di pasta frolla, una crema allo zenzero e succose pesche di stagione.
Ecco la ricetta.

Ingredienti per la pasta frolla:

400 g farina debole (ho utilizzato farino di grano tipo 2)
115 g di zucchero di canna
50 g di fecola di patate o amido di mais
100 g di olio vegetale (girasole, mais..)
pizzico di sale
zest di limone
latte vegetale q.b.

Ingredienti per la crema allo zenzero:

2 1/2 cucchiai di farina 0
3 cucchiai di zucchero di canna
500 ml di latte vegetale
buccia di 1/2 limone
radice di zenzero fresco o zenzero in polvere
pizzico di zafferano o curcuma

Altri ingredienti:

4 pesche biologiche
zucchero a velo
marmellata di pesche bio
acqua

DSC_0719

Procedimento:

Per la pasta frolla mischiate semplicemente tutti gli ingredienti e, con l’aiuto di un po’ di latte vegetale, create un impasto liscio compatto e sodo. Coprire con pellicola e lasciatelo riposare in frigo per almeno 30 minuti.
Intanto preparate la crema. Mettete a scaldare il latte in un pentolino insieme alla buccia del limone e i fettine dello zenzero. Quando inizia a bollire spegnete e lasciate raffreddare. Filtrate il latte e uniamo alla farina e allo zucchero. Attenzione a non formare grumi. Con l’aiuto di una frusta portate sulla fiamma e mescolate finchè non sarà addensata la crema.
Mettete la crema in una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti (attenzione! Deve essere pellicola per cibi caldi) lasciando raffreddare.
Riprendete la pasta frolla dal frigorifero e stendetela col mattarello fino ad ottenere una sfoglia di circa 1cm. Io per evitare che si sgretoli o si attacchi eccessivamente utilizzo due fogli di carta forno tra cui stendo la pasta. Mettete la sfoglia in una teglia per crostate e aggiustate con le dita i bordi.

Con una forchetta bucherellate il fondo e infornate per 10 minuti a 170°.
Tirate fuori la teglia e riempite con uno strato di crema e con le pesche lavate e tagliate a fette con più grandi di mezzo centimetro.
In una ciotolina mettete 2 cucchiaio di marmellata di pesche e 1 cucchiaio di acqua e mescolate. Spennellate il composto sulle pesche, decorate con altra pasta frolla e infornate per circa 40 minuti a 170°.

Fate raffreddare e cospargete, se vi piace, di zucchero a velo.

sd

DSC_0757

Crocchette speziate all’orientale

DSC_0665

Fuori piove, il cielo è grigio. L’assaggio della primavera è durata una settimana e ora è tornato il freddo.
Avevo voglia di cucinare qualcosa di buono e sfizioso per la cena ma avevo un pò di avanzi del giorno precedente e così ho deciso di utilizzarli per creare qualcosa di nuovo.

Primo tra tutti avevo del pane casareccio che ormai era diventato un macigno, poi quelle lenticchie cotte che aspettavano solo il momento ideale per essere utilizzate, un pò della panna da cucina aperta e poi mille spezie.
Ho tirato giù tutti i contenitori colorati e profumati delle spezie, ho aperto, assaggiato, annusato e ho scelto un mix da utilizzare in questa ricetta. Forse voi non avrete tutte le spezie occorrenti…non preoccupatevi, utilizzate quelle che avete in casa, magari del prezzemolo, un pò di aglio, paprika e il gioco è fatto.

DSC_0648

Ingredienti per circa 10 crocchette:

250 gr di lenticchie cotte e scolate
120 gr di pane raffermo
1/2 bicchiere di acqua
1/2 bicchiere di latte vegetale
sale
curry
coriandolo
lemongrass
1/2 spicchio di aglio
paprika
cipolla, sedano e carota
3 chiodi di garofano
olio EVO
pangrattato

DSC_0659_1

Mettete il pane raffermo in ammollo con l’acqua e il latte vegetale fino a che non si ammorbidisce. Scolate le lenticchie, pesate e mettete in un mixer. Strizzare il pane da tutto il liquido e aggiungetelo nel mixer. Munitevi di mortaio, all’interno mettete tutte le spezie e lo spicchio di aglio e pestate fino ad ottenere una pasta dal profumo intenso e pungente. Aggiungete nel mixer. Aggiustate di sale e tritate il tutto. Otterrete un’impasto omogeneo e compatto.
In un piatto mettete del pangrattato. Con l’aiuto di un pò di acqua formate, con un pò di impasto, delle palline non troppo grandi e passatele nel pangrattato.
Per la cottura scaldare un pò di olio EVO in una padella antiaderente, mettete le crocchette e fate cuocere finchè non saranno dorate e croccanti.
Potete, nel caso, cuocerle anche in forno utilizzando della carta forno e una goccia di olio extra vergine di oliva.

Io ho servito le crocchette con una salsa di panna acida semplicissima.
Mescolate la panna da cucina vegan (soia, riso,avena ecc) con del succo di limone, erba cipollina, menta, sale,aglio e pepe.

DSC_0671

I perfetti pancakes vegan!

Senza titolo-2

Erano mesi che pensavo a creare un nuovo spazio per il mio blog e finalmente eccolo!

Il mio blog nacque per caso, come passatempo, ormai cinque anni fa. Lo mollai per un pò e poi tornai convinta di voler trasformare quello spazio virtuale in uno scambio di esperienze culinarie per chi, come me, stava intraprendendo una nuova strada.

Non mi sono mai sentita nè una foodblogger nè tantomeno una chef ma semplicemente una persona innamorata del cibo e felice di aver fatto una scelta così importante come quella di diventare vegan.

Vegan per etica, non per salute, ma comunque unita a tante altre persone che amano mangiare cibi sani, cibi “vivi” che rendano felici, che donino emozione e facciano rivivere ricordi.

Spero che anche questo passo mi doni, come è avvenuto fino ad ora, emozioni e spero di poter a lungo condividere con voi tutto ciò.

DSC_0611

Ingredienti per 6 pancakes circa:

150 gr di farina integrale o semintegrale
250 ml di latte vegetale
20 gr di olio di mais
pizzico di sale
pizzico di cannella
1/2 bustina di lievito
estratto di vaniglia
1 cucchiaio di zucchero di canna

Mescolate gli ingredienti secchi in una ciotola e, a parte, quelli liquidi.Uniteli mescolando bene con una frusta affinchè non si creino grumi. Se occorre riducete o aggiungete altro latte vegetale. Lasciate riposare qualche minuto l’impasto.

Scaldate una padella antiaderente e ungete leggermente con olio. Quando è ben calda, con un mestolo, mettete un pò d’impasto al centro della padella e fatelo scendere senza muovere la mano. Si creerà da sola la tipica forma tonda!
Cominceranno a crearsi delle bollicine sulla superficie, quando sarà abbastanza cotta giratela con un colpa veloce e secco della mano. Lasciate cuocere per qualche minuto l’altro lato. Servite impilati l’uno su l’altro ben caldi.

Potete servirli con frutta fresca, marmellata, crema di nocciole o, come preferisco io, con secchiate di sciroppo d’acero.

DSC_0609

 

 

 

Torta di mele vegan senza zucchero.

 

Da quando sono tornata in città la vita è ricominciata frenetica e caotica come mesi fa.
Sconquassata da lavoro, casa, impegni vari, non un momento per me e i miei vecchi fornelli. A tratti mi è mancata la cucina, i suoi profumi e a volte mi è tornata alla mente quella voglia di farla diventare un vero lavoro ma so già che non durerebbe.
Sono fatta così, faccio cose di cui poi mi pento per poi pentirmi di averle mollate.
Stanca e dopo una lunga e sfiancante influenza (chi dice che i vegani non si ammalano!?) ho deciso di rimettermi a sperimentare, a sporcare la cucina, a leccare spatole.

Questa è una ricetta di amore, amore per questa torta, amore per la mia “famiglia”, per la mia casa. Il profumo che si sprigiona dal forno ti fa sentire in un posto lontano dove le coccole sono al profumo di cannella.

E’ una torta semplice e facile con l’aggiunta di un paio di ingredienti “speciali”, la farina di segale che io adoro e lo sciroppo d’acero di cui non riesco a fare più a meno.

 

INGREDIENTI:

330 g di farina di grano tenero tipo 2
70 g di farina di segale integrale
180 ml di sciroppo d’acero
buccia di 1 limone
100 g di olio di mais
1 bustina di lievito per dolci vegan
3 mele dolci
360 ml circa di latte vegetale
cannella a piacere
un pizzico di sale
succo di limone

PROCEDIMENTO

Iniziate lavando e pulendo le mele. Eliminate il torsolo centrale. Affettate finemente due delle mele e mettetele in una ciotola, la terza tagliatela a cubetti e ponetela in una seconda ciotola. Aggiungete un pò di succo di limone e cannella a piacere e lasciate riposare.
In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti secchi, le farine, il lievito, il pizzico di sale, la buccia del limone,, la cannella e mescolate. Aggiungete i liquidi, l’olio, lo sciroppo d’acero e il latte un pò alla volta per controllare la densità dell’impasto. Ottenuto un impasto omogeneo e denso, aggiungete i cubetti di mela e mescolate per unire il tutto. Travasate in una tortiera oliata ed infarinata e decorate la superficie con le mele affettate.
Io adoro la cannella quindi ne ho messa a vagonate!
Infornate per circa 50 minuti a 170° a forno statico.
Potete servire così o accompagnata con una crema alla vaniglia.